Piede torto congenito

informazioni per i genitori

Cos'è il Piede torto congenito

informazioni per i genitori

Il piede torto congenito (PTC) è probabilmente la più comune malformazione congenita dell’apparato locomotore. Si stima che ogni anno nascano 150.000 – 200.000 bambini portatori di questa deformità congenita. L’incidenza con cui questa condizione malformativa viene registrata in Italia è circa di 1 - 2 casi ogni 1.000 nati. Esso si manifesta bilateralmente nel 50% dei casi ed interessa prevalentemente il sesso maschile.

Esistono due varianti morfologiche di piede torto. La varietà decisamente più comune (circa il 99% dei PTC) è quella del cosiddetto piede equino varo supinato, in cui il piede si presenta flesso plantarmente (piede equino) ed intrarotato (supinato).

La deformità del piede, l’alterazione più evidente, ma non l’unica del PTC, è l’effetto combinato di un difetto di forma e degli alterati rapporti articolari in cui stanno tra loro le diverse componenti scheletriche del piede. La malformazione non risparmia tuttavia i muscoli della gamba che, particolarmente nelle forme più severe, risultano complessivamente ipotrofici (la gambina del neonato è lievemente più “magra”). Inoltre muscoli ed i tendini della loggia posteriore della gamba (del polpaccio) sono accorciati e retratti.

Nelle forme più gravi di PTC si associa un lieve coinvolgimento dello scheletro dell’arto inferiore, che può risultare a fine accrescimento lievemente più corto (-1 / 1,5 cm.), oltre che caratterizzato da una modesta rotazione interna della gamba.